Aromaterapia, la tigna ed altre…

Scaricate il Corso gratuito di aromaterapia

La tigna è una malattia che colpisce i bambini. Li fa soffrire molto, il prurito è così forte che si grattano la testa fino al sangue, le piaghe si allargano e il dolore gli impedisce di dormire alla notte. La tigna rende la vita dei bambini miserabile. I rimedi dell’ospedale di Timbuktu o quelli dei terapeuti tradizionali sono così costosi che maggiore parte delle famiglie non li può comprare.

Ci sono diverse malattie del cuoio capelluto a Timbuktu, ciascuna più brutta dell’altra.

Fortunatamente, ho portato una importante provvista del migliore rimedio per tutte queste malattie del cuoio capelluto: l’Anti Squali. Una miscela di Lavanda, menta e Geranio.

 pustole sotto cutanee…

piaga purulenta alla sommità del cranio

Tigna!

A Timbuktu, l’anti Squali ha guarito tutti questi problemi senza problema. Non devi neppure sapere cosa sono, devi solo sapere usare l’anti Squali. Va usato in olio d’oliva, 60 gocce per 50 ml di olio, tre volte al giorno, dopo avere lavato con sapone la testa rasata. Dal primo giorno l’infiammazione, il prurito e il dolore scompaiono, e la regressione delle piaghe è visibile già al terzo giorno.

Un terapeuta tradizionale mi disse che loro davano anche un rimedio da bere, oltre ad una pomata, “perché la malattia è nella pancia”. Ho quindi sempre dato ai bambini sufficientemente grandi per prenderlo, oltre all’olio di Anti Squali, una zolletta imbevuta di 3 gocce di quest’essenza al giorno, prima di dormire e senz’acqua.

In due o tre settimana la guarigione è completa.

L’anti Squali è da usare per tutti i disturbi che danno prurito come queste malattie del cuoio capelluto o per i disturbi che producono pus, come l’infezione di Ibrahim (vedete la pagina precedente).

E’ stato il rimedio che più di qualunque altro ho usato qui a Timbuktu.

Curare la gente e vederli guarire come per miracolo è senz’altro una grande soddisfazione perché è il segno che il proprio sforzo è stato accettato, ma la soddisfazione è gioia quando sono i bambini che guariscono.