Il ragazzo che imbrigliò il vento

 

Non è così difficile diventare presidente degli Stati Uniti per uno i cui nonni fanno parte dell’élite della nazione, quando si è frequentato le migliore scuole del paese e quando si dispone di più soldi del concorrente per la campagna elettorale. Se poi il mondo intero si è messo d’accordo per questo…

L’impresa di un giovanni Africano del Malawi che sognava di sottomettere la forza del vento al suo servizio è molto più sorprendente. Aveva dovuto lasciare la scuola perché i suoi genitori non potevano più pagare, e costruì con stecche di legno e pezzi di demolizione, senza conoscenze tecniche né accesso ad internet, mulini a venti che generano elettricità.

I suoi mulini hanno attirato l’attenzione dei giornalisti locali prima, poi della stampa internazionale. E’ stato invitato a raccontare la sua storia in America, e poi ha scritto un libro per inspirare i giovani Africani per cui è diventato un esempio.

Guardate sotto il servizio che racconta la sua storia (in Inglese)

Sul suo sito troverete i suoi intervisti in America ed altrove, delle foto, i suoi progetti e la possibilità di versare soldi su un conto per aiutarlo a realizzarli.

Un mulino alla Flintstone, eppure gira…