oli-essenziali-incenso-e-petali

Profumi vegani naturali

Nel mondo del profumo, la garanzia vegan non è una garanzia di bontà. Le fragranze commerciali chimiche sono vegan.

I moderni ingredienti fatti con le bio-tecnologie, cioè sintetizzati da batteri geneticamente modificati sono vegan. Magari la materia prima usata per le colture batteriche è di origine animale ma non si può sapere neanche indagando. Questo è un segreto protetto da una brevetto.

Il profumo naturale è diverso.

I “feromoni botanici”

In profumeria naturale, svariati estratti e distillati botanici assomigliano molto ai feromoni animali, sia per l’odore che per la struttura chimica. Sono dei “feromoni botanici”. In un profumo non hanno l’effetto esaltatore dei feromoni animali ma possono sostituirli per aggiungere una carica di sensualità.

Hanno spesso odori di corpo umano, di pelle pulita, ma anche di capelli bagnati o di sudore.

Come il cumino che sa di ascelle sudate, il Calamo di corpo non lavato da tempo, mentre quelli più belli sono la Vaniglia, che sa di bambino, il Legno di Sandalo Album sa di pelle maschile pulita, la Cannella e il Cacao hanno una nota di sesso, l’Iris ha l’odore che fa i capelli dei neonati, il Ribes Nero sa di pipì di topi, il Buchu di pipì di gatto.

Il Fieno, il Tabacco, il Gelsomino e in genere quelli chiamati prodotti Nobili dai profumieri, il cui costo è sempre elevato, sono gli ingredienti botanici feromonali.

E noto che per essere buono, un profumo deve contenere qualche ingrediente nobile, come è risaputo che un profumo interamente chimico non può essere buono. Direi che la qualità olfattiva di un profumo si misura dalla quantità di ingredienti naturali che contiene e che i feromoni botanici sono quelli che fanno la differenza tra un mix di aromaterapia e un vero profumo.

I nostri profumi che NON contengono alcuna sostanza di origine animale