Il trend della profumeria naturale (seconda parte)

Non molti anni fa esistevano solo tre tipi ufficiali di profumeria: Vintage, di grande distribuzione, e profumeria “di nicchia”, come Creed o Lutens.

Gli ultimi vent’anni hanno visto non solo la nascita e la crescita di profumieri naturali indipendenti, ma anche dei profumieri della “Nuova Nicchia”, come Ormonde Jane, Andy Tauer, Dawn Spencer Hurwitz, ecc, che hanno ottenuto un riconoscimento e raggiunto un grado di successo superiore a quello dei profumieri naturali, proponendo un ritorno alle origini della profumeria moderna, in cui l’arte della fragranza risiedeva nel contrasto o nella complementarietà tra elementi sintetici ed elementi naturali.
Il loro successo nel mercato di nicchia è stato dovuto al fatto che essi stavano offrendo ciò che era completamente scomparso dalla profumeria di massa, e stava scomparendo dalla “Vecchia Nicchia”: creatività, sperimentazione, nuove idee.

Tutto ciò stava accadendo mentre la profumeria di massa e la Vecchia Nicchia stavano eliminando gli elementi naturali, non solo dai loro nuovi prodotti, ma anche dai loro più famosi profumi classici, riformulandoli.

In origine, il pubblico dei profumieri della “Nuova Nicchia” rappresentava un piccolo mercato di consumatori esigenti, che erano già stati educati alla profumeria artistica dai prodotti della Vecchia Nicchi, i profumisas: amanti del profumo. Il mercato della nuova nicchia si sta ora rapidamente espandendo ai consumatori abituali di fragranze della grande distribuzione, per due ragioni: delusione dai prodotti di massa e nuovo consumo etico.

Recentemente, il rapporto dei profumieri della “Nuova Nicchia” coi loro clienti è diventato simile a quello degli artisti dal vivo coi loro fan. Il contatto fisico che questi ultimi hanno con il loro pubblico quando vanno in scena è sostituito dal contatto web sulla scena telematica, consistente in blog personali e pagine Facebook.
I profumieri della “Nuova Nicchia” interagiscono personalmente con il loro pubblico e svelano la loro vita privata, le loro emozioni, e perfino i loro affari, in un modo talora imbarazzante per una persona non avvezza allo stile americano.

Sono i profumieri di “Nuova Nicchia” ad aver aperto la porta al riconoscimento dei profumieri naturali; prima è venuta la tendenza della “Nuova Nicchia”, e poi le ha fatto seguito la tendenza della Profumeria Naturale. In che modo?

– Innanzi tutto reintroducendo gli elementi naturali in modo molto più consistente di quanto la profumeria di “Vecchia Nicchia” facesse, e dunque educando il naso dei profumistas ad uno standard di qualità più elevato, in base al quale potessero apprezzare profumi completamente naturali, ed allo stesso tempo anche ri-considerare la qualità dei prodotti di “Vecchia Nicchia” e di grande distribuzione.

– In secondo luogo dimostrando che una persona senza alcuna precedente esperienza o relazione con l’industria della profumeria può mettersi d’impegno, creare un piccola azienda individuale, riuscire a realizzare prodotti davvero buoni ed ottenere il riconoscimento internazionale attraverso il web. Questa è una vera rivoluzione nella mente del pubblico: i veri profumi non sono prodotti necessariamente da famose marche di profumeria. Ciò è stato anche un forte incoraggiamento per l’impegno dei profumieri naturali, che erano in ritardo, bloccati nel mercato assai ridotto della “alternativa ecologica”.

– In terzo luogo, alcuni di loro come DSH e Andy Tauer, partecipando a progetti di profumeria con profumieri naturali e blogger, hanno sensibilmente promosso la profumeria naturale. I profumieri della “Nuova Nicchia” hanno infatti permesso ai profumieri naturali di condividere la loro stessa fama, e la loro riconoscibilità presso i profumistas.

Questi sono dunque gli altri tre protagonisti che hanno contribuito a promuovere la tendenza dei profumi naturali inaugurata da Mandy Aftel, Anya McCoy ed i blogger: i profumieri della “Vecchia Nicchia”, i profumieri della “Nuova Nicchia” ed i profumistas.
Essi hanno contribuito a fare in modo che i profumieri naturali diventassero protagonisti della profumeria moderna.

Tuttavia, la nascita di questa tendenza è stata possibile solo grazie a 2 fattori esterni: la particolare situazione del mercato della profumeria di massa, in questo momento della sua evoluzione, e le nuove tendenze di consumo orientate verso il consumo etico ed ecologico.

Questo è per la prossima volta..

1 commento
  1. eliana bolzoni
    eliana bolzoni dice:

    Leggere questo articolo mi fa ritrovare un pò di ottimismo!
    Erborista dal 1996 con una specializzazione in aromaterapia mi trovo costantemente di fronte a clienti che faticano a comprendere il valore di un profumo naturale. Creare profumi è da sempre la mia passione e, per fortuna gli amici e pochi fidati clienti mi incoraggiano nel perseguire la strada della “profumeria di nicchia”.
    Il vostro sito è per me un modo di scoprire e apprendere..
    Grazie!
    Eliana.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *