La profumazione cerimoniale

incensiere

La cerimonia propiziatoria di diffondere il profumo nell’ambiente è da sempre parte integrante dei riti religiosi in tutto il mondo. Le formule d’incensi sacri e di oli aromatici da ungere sono conservate sia nella Bibbia che nei Veda Indiani e sulle pareti delle camere mortuarie egiziane. La consuetudine di profumare le cerimonie funebri accomuna tutte le culture del mondo: fumigazioni di resine o di foglie aromatiche, mazzi di fiori o tappeti di petali, unguenti profumati o balsami sono tuttora usati  per accompagnare i defunti nell’altra vita. La spiegazione a questa tradizione aromatica universale che unisce tutti i popoli del pianeta risiede nella capacità che possiedono i profumi naturali di influire beneficamente sul nostro corpo e sulle nostre emozioni.

Gli aromi naturali hanno incomparabili poteri antisettici sia per contatto fisico che diffusi nell’ambiente. La proprietà delle materie aromatiche di impedire la corruzione organica era già nota agli egiziani che imbalsamavano i morti per dare loro sembianze della vita eterna. Diffuse nell’ambiente gli oli essenziali sono, secondo la loro composizione, battericidi, viricidi, acaricidi o deodoranti.

La pratica religiosa della profumazione cerimoniale è legata alla natura sacra di alcune materie aromatiche nobili. I legni pregiati come il sandalo, il cipresso e il cedro, le resine aromatiche d’incenso, di mirra, di storace e di benzoino, i fiori come la rosa, profumo di santità e fiore dell’amore divino, il fiore d’arancio simbolo della purezza interiore, il narciso fiore del paradiso, e infine le radici aromatiche come l’Angelica, l’iris e il Vetyver che infondono la forza di resistere alle tempeste della vita.

Queste essenze sono usate in particolare nelle cerimonie funebri dai tempi più remoti perché hanno il potere di elevare l’anima verso il cielo, di trasformare il dolore in forza spirituale, di cicatrizzare le ferite emotive, di attirare gli angeli e di allontanare le influenze negative.

Come la musica, i profumi hanno la capacità di toccare il più profondo della nostra anima per farci fiorire emozioni sublimi. I profumi della natura sono melodie celestiali che ci ricordano della nostra origine innocente e che ci augurano i giardini eterni dell’altra vita.

L’aromaterapia, riscoprendo i principi energici e il valore terapeutico delle materie aromatiche tanto apprezzate nell’antichità per le loro virtù, rende possibile il loro impiego anche al giorno d’oggi, avvalendosi dalle moderne tecnologie di estrazione e di diffusione per fare rivivere l’antica tradizione della profumazione sacra degli ambienti.