ARANCIO

Citrus aurantium

 

Insieme all’olio di Neroli (estratto dai fiori) e al Petit-grain (derivato dalle foglie), l’olio di Arancio ottenuto dalla buccia dei frutti completa la triade delle essenze ricavate dall’albero dell’Arancio amaro.

Che generosità ci viene da questo albero! Nessun altro ci offre tre oli essenziali diversi. Mettendolo a confronto con gli altri due, l’essenza delle bucce è molto semplice per il suo carattere e per la sua azione ed è interessante notare che si tratta in effetti non di un olio essenziale ma di un’essenza vera e propria, dato che viene estratto dalla buccia dell’arancia per semplice pressione, senza bisogno di ricorrere ai complicati processi rappresentati dalla distillazione o dall’enfleurage. La sua semplicità è la sua virtù. Perchè crearsi delle complicazioni quando non ce n’è bisogno? Usate quest’olio quando vi sentite allegri e sperimentate la sua affinità con la vostra stessa gioia. Usatelo anche quando vi sentite tristi e lasciatevi “nutrire” da esso. Così come il frutto nutre il nostro corpo l’olio nutre la nostra anima, riempiendola di sentimenti. Usatelo per dare aiuto a chiunque ritenete sia in stato di bisogno e bruciatelo o vaporizzatelo in ogni ambiente o edificio in cui avvertite la necessità di portare un’atmosfera più serena.

P. Davis, Aromaterapia Sottile, Macroedizioni

Per assaggiare i profumi dell’alfabeto, vedi Profumoterapia