CAINO E ABELE

Ad ogni parto ad Hawa nascevano due gemelli, un maschio ed una femmina. La bambina nata con un bambino era data in moglie a un altro figlio maschio nato nel parto precedente.

Adam decise che la sorella gemella di Caino, sarebbe andata in moglie ad Abele. Caino non ne fu contento di questa decisione perché ne era innamorato e avrebbe voluto sposarla lui. Adam venne a conoscenza di questo, così mandò i due figli a offrire un sacrificio ad Allah, e colui il quale sacrificio sara’ accettato da Allah, questo sposerà la fanciulla. Adam aveva insegnato un mestiere a ciascuno dei figli: Abele era pastore, Caino contadino. I due fratelli portarono nel luogo del sacrificio le loro offerte. Abele portò la pecora più bella del suo gregge, Caino portò un pugno di spighe, le peggiori che aveva. Sistemate le offerte, un fuoco discese dal cielo e divorò l’offerta di Abele e rifiutò quella di Caino, il quale minacciò di morte il fratello. Abele gli rispose: “Allah accetta solo da chi lo teme”. Un giorno Abele si addormentò su un monte, Caino lo raggiunse e con una pietra le ruppe la testa e lo uccise.

Poi si pentì e non sapeva che fare con il corpo del fratello. Allah mandò due corvi che si affrontarono in combattimento, uno uccise l’ altro poi si mise a grattare la terra con le zampe lo trascinò con il becco, lo gettò dove aveva scavato e gli sparse sopra della terra, così Caino seppellì il corpo di suo fratello. Caino fu il primo uomo che uccise un suo simile, la prima sepoltura fu quella di Abele.

Caino quando ebbe ucciso suo fratello non osò presentarsi a suo padre, fuggì nel deserto ed ebbe molti figli.

Alcuni dicono che Adam visse mille anni.

Indice