Baba non è uno che sta tra i piedi della gente. Lo vedo da un po’ di giorni vicino al bidone di acqua, da solo a giocare con la sabbia, ma non avevo prestato attenzione a quello che faceva.
Soltanto oggi ho scoperto il suo gioco, Baba sta costruendo un pozzo in miniatura. Ho chiamato Ibrahim e gli ho detto: “Guarda, hai trovato un allievo!”.

Baba ha scavato una buca stretta nella sabbia, umidificata dalle perdite d’acqua del bidone, e ha installato sopra una puleggia e un filo per imitare quello che facciamo.
Dopo qualche tempo mi è venuta la curiosità di vedere che cosa aveva attaccato al filo in fondo al suo pozzo. Sono ritornato dal bidone e ho tirato il filo. All’estremità era attaccata la replica dei nostri cilindri di cemento, e anche della sacca di sabbia che i scavatori fanno risalire.

Abbiamo riso molto, sconcertati della sua intelligenza, e abbiamo preso questa occasione per chiedere al nonno una cosa alla quale pensavamo già da tempo.

“Manda Baba a Timbuktu a casa di Ali, si occuperà di lui e lo farà studiare a scuola. E’ troppo intelligente per passare la sua vita a correre dietro le capre, deve studiare per potere un giorno, quando sarà cresciuto e istruito, essere di gran beneficio per te e per la tua gente”.
Ali mi confidò che potrebbe anche diventare il capo di queste famiglie.
Il nonno rifiutò immediatamente, ma discutendone, accettò di mandarlo dalla sua figlia maggiore a Timbuktu, dove dormirà, e Ali potrà occuparsi di lui.

E’comprensibile che il nonno abbia paura che il suo nipote gli sia rubato. Sapendo che sta a casa di sua figlia è tranquillo. Per noi non fa differenza, Ali baderà alla sua salute e alla sua educazione. Ci occuperemmo dei suoi vestiti e il piccolo non sarà una carica molto pesante alla figlia del vecchio.

Oggi il nonno ha preparato Baba per il viaggio con il suo bel , e il piccolo è tutto felice di questa avventura. Quando gli ho detto di aspettare fino a quando avremo terminato il pozzo, Baba è stato molto deluso e doveva trattenere le sue lacrime, ma fino al compimento del lavoro non saremo in città per occuparci di lui, e voglio che veda anche lui l’epilogo della storia del pozzo, affinché rimanga nella sua menta quando crescerà.

Il fatto che sia così pronto a lasciare la sua vecchia vita per una nuova è il segno ha un grande spirito. Forse Ali ha ragione e un giorno Baba sarà il capo della sua tribù. Più di una volta Ali mi ha dato prove di avere delle visione del futuro.