Aromaterapia a Timbuktu: trucchi e ricette, il mal di denti

Un mal di denti può degenerare in una grave infezione, Ibrahim era così da 5 mesi

Uno dei più frequenti  problemi per i quali la gente di Timbuktu veniva da me a farsi curare è il mal di denti.

A Timbuktu il dentista è un lusso inabordabile per quasi tutti. Questo fatto, congiunto con la perdita delle tradizioni islamiche, tra le quali la pulizia dei denti con il bastoncino-spazzola cinque volte al giorno, ha causato un enorme problema di igiene orale con drammatici casi di infezioni e grandi sofferenze tra bambini ed adulti.

La soluzione al dolore è piuttosto semplice con l’aromaterapia, una goccia di chiodo di garofano nella carie ha un immediato effetto analgesico. L’uso frequento dell’essenza è inoltre in grado di eliminare l’infezione del dente e di fermare la caria.

Il problema nel quale mi sono imbattuto subito è come mettere la goccia nel dente quando è sulla parte superiore della bocca, e come permettere al paziente di continuare il trattamento da solo per alcuni giorni.
Fare mettere la testa in giù alle persone non è pratico e trattare ogni persone in questo modo prende troppo tempo.

La soluzione è molto semplice. In una bottiglia vuota di bibita, mettere 50 ml di acqua e 9 gocce di olio essenziale di chiodi di garofano. Agitare energicamente e versare nel tappino della bottiglie il rimedio con il quale si farà il risciaquo di bocca, come un colluttorio.

Nel caso specifico di Ibrahim, l’essenza di chiodi di garofano è stata usata in questo modo, lui non poteva neppure aprire la bocca e parlava con difficoltà quando è venuto, ma la grave infezione resistente agli antibiotici dell’ospedale è stata risolta grazie a l’anti Squali in uso esterno, sia puro, ad ogni sua visita quotidiana che in olio d’oliva che applicava da solo a casa.

Dopo una settimane ha preso l’anti squali anche in uso interno, 3 gocce su una zolletta di zucchero due volte al giorno. L’anti squali (lavanda, geranio, menta) è l’essenza disinfiammante per eccellenza. Penetra in profondità per curare infiammazioni e infezioni di tutti i tipi e porta un sollievo immediato.

AbdesSalaam Attar
Medico Profumiere

Dopo 10 giorni di aromaterapia, la gioia ritrovata

2 commenti
  1. dany
    dany dice:

    ciao AbdesSalaam!
    ho provato a fare un colluttorio secondo quanto scrivi su questo articolo: 50 ml di acqua e 9 gocce di oe chiodi di garofano: è buonissimo e lascia in bocca una piacevolissima sensazione! forse un pò forte però…magari con qualche goccia in meno di olio essenziale sarebbe più adatto specialmente alle signore. Non ricodo dove ho preso il seguente rimedio, ma nei miei appunti c’è indicata la mirra come olio essenziale validissimo per la cura di carie e la salute delle gengive (4 gocce in un bicchiere d’acqua). Tu cosa ne pensi? non ho l’oe di mirra a disposizione, quindi non l’ho mai provato. un saluto cordiale.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *