Il piu’ grande mito della profumeria

MY-HOUSE-IN-LEFKE

Dalla mia casa a Lefke

Sfatare i miti della profumeria

Piramidi olfattive, bugie e miti della profumeria moderna

Il piu’ grande mito della profumeria

Vecchi e nuovi miti della profumeria

 

Il più grande fra tutti i miti della profumeria è che fare profumi sia complicato, richieda tempo e competenze tecniche. Non è vero, fare profumi è facile, istintivo e veloce. Non ci ho mai messo più di due ore per comporre uno dei miei profumi.

In tutte le arti vi è il 99% di lavoro e 1% di ispirazione. Nella composizione di un profumo, il lavoro è l’1% e 99% è ispirazione.

L’affermazione che i profumieri devono lavorare per anni su una fragranza prima che possa essere distribuita sul mercato è un mito coltivato con cura.

Se mai un profumiere deve impiegare più di un paio d’ore per comporre un profumo, questo non ha nulla a che fare con una reale difficoltà nel fare un buon profumo. Piuttosto è perché comporre qualcosa di accettabile al naso umano, con gli ingredienti chimici a buon mercato che i profumieri sono costretti a usare, è un vero e proprio “tour de force “.

Tempo di lavoro ve ne sarà solo perché si avrà a che fare con i cambiamenti successivi imposti da commissioni di valutatori, spot pubblicitari e di marketing, al fine di cancellare ogni originalità e personalità alla fragranza originale in modo che il nuovo profumo sarà in linea con la spazzatura esistente.

Questo perché l’importo investito in un nuovo profumo è tale per cui non ci si può assumere dei rischi, la produzione di profumi è solo da intendersi come business “una stagione”, con le cui vendite bisogna rientrare dall’investimento e fare profitti, prima di passare ad un nuovo business, ossia un nuovo profumo e un nuovo lancio.

Le vendita spazzatura sono un business redditizio, come sanno bene i cinesi, perché avrete sempre nuovi prodotti, lasciando che la gente speri che il nuovo sarà migliore del vecchio. La speranza è l’ultima a morire, dicono gli italiani. Vendite spazzatura è un sistema di produzione senza fine, basato sull’illusione e la speranza.

Le persone non più sono alla ricerca di un profumo, vogliono solo “Il nuovo profumo”.

Comporre profumi è così facile che i bambini nei miei corsi di profumeria fanno profumi di gran lunga migliori rispetto alla maggior parte di ciò che viene venduto nelle profumerie. Tenendo questi corsi mi è diventato così evidente che la capacità di fare buone fragranze dipende solo dal carattere e dalla personalità, non da sensibilità olfattiva o conoscenze “tecniche”.

Alcuni bambini vanno dritti al punto con la loro scelta degli ingredienti, dritti alle giuste proporzioni di miscelazione e si fermano quando sono soddisfatti del risultato. Questo è il modo giusto di farlo, in mezz’ora.

Questo è il modo in cui io stesso compongo i miei profumi, poi nei giorni seguenti risento la fragranza e la completo.

Altre persone invece, sia nei corsi per bambini come per adulti, non riescono a scegliere i loro ingredienti, sono in dubbio ad ogni passo e non arrivano mai a completare la fragranza perché non raggiungono mai un risultato per loro soddisfacente.

I profumi si compongono con un attitudine di vita, non con una speciale capacità olfattiva.

Se hai l’atteggiamento giusto nella vita, fare profumi sarà per te molto facile. Se non ce l’hai, non provarci nemmeno a fare profumi, a meno che non sei giovane, aperto al cambiamento e desideroso di migliorare te stesso.

Poi si potrebbe imparare ad avere l’atteggiamento di vita corretto proprio componendo profumi.

 

Vedi anche:

Sfatare i miti della profumeria

Piramidi olfattive, bugie e miti della profumeria moderna

Il piu’ grande mito della profumeria

Vecchi e nuovi miti della profumeria

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *