LA NUOVA SQUADRA DEL POZZO

E’ già un mese che abbiamo iniziato il lavoro. Ibrahim, Ali ed io ritorniamo spesso a Timbuktu ma i lavoratori devono stare qui e sono stanchi. Alcuni di loro sono diventati anche svogliati e il lavoro non procede come dovrebbe.
Ibrahim ha deciso di mandare a casa metà della squadra e di portare qui rinforzi freschi.

La nuova squadra è arrivata. Sono 5 tipi dall’aria molto decisa che sono appena tornati dopo avere terminato un pozzo di 70 metri. Hanno anni di esperienza con i pozzi di sabbia e sono la squadra storica di Ibrahim. 

Ibrahim spiega ai lavoratori vecchi e a quelli nuovi riuniti che cosa si aspetta da loro.

Ibrahim ammonisce il capo della vecchia squadra per non essere stato capace di mantenere la coesione degli uomini.

Siamo comunque arrivati all’acqua e ce n’è ormai sufficientemente per fare un piccolo stagno, dopo che abbiamo riempito i serbatoi degli uomini e gli abbeveratoi degli animali. 

Un laghetto è una cosa tutta nuova in questo deserto e dobbiamo forzare gli animali verso lo stagno perché corrono tutti dritto verso gli abbeveratoi di cemento, passando davanti allo stagno senza fermarsi. 

Gli uccellini sono più intelligenti e vengono da soli. Sembrano ringraziarci di averli dissetati, muovendo la testa su e giù.