A tutti i designers, art directors, progettisti, producers, alla gente del mondo pubblicitario, cinematografico e televisivo, in altre parole: a tutti coloro il cui mestiere è la comunicazione e i numerosi settori ad essa connessi.

A chi vuole ottenere un effetto psicologico sulle persone in un determinato spazio, perciò tutti gli spazi che necessitano di essere arredati o scenografati possono avvalersi di un arredamento o di una scenografia olfattiva.

La differenza è che un arredamento olfattivo è immobile: il profumo si sente entrando nello spazio e dopo pochi minuti non è più coscientemente percepito, mentre una scenografia olfattiva è dinamica e rinnova lo stimolo olfattivo cambiando la profumazione che viene diffusa nell’ambiente.

Nelle situazioni in cui il pubblico è in movimento su un percorso, si può combinare l’arredamento con la scenografia profumando diverse parti di uno spazio con aromi distinti.

Con una grande varietà di apparecchi diffusori è possibile profumare trasporti pubblici, supermercati, teatri , parchi, cinema, stand o padiglioni di fiere, stazione di treni, concerti di musica e anche strade, piazze e intere città.